Premiate le belle storie di chi ce l’ha fatta nonostante il terremoto nel centro Italia “l’Amico Atletico 2017 – La Ripartenza” Gran festa ad Acquasanta Terme per “spingere” i territori alla ripresa!

Prima una serie di riflessioni di autorità politiche e sportive sullo stato della ripresa dei territori, dopo il violento sisma dello scorso anno, nel centro Italia. Poi la cerimonia di premiazione di alcune belle storie di coloro che – svolgendo attività sportiva – ce l’hanno fatta, pur nelle difficoltà di un terremoto che ha sconvolto le popolazioni di Abruzzo, Lazio, Marche  e Umbria.

 

Si è celebrata in questo modo l’undicesima edizione del Premio Nazionale “l’Amico Atletico”, nella Scuola e nella Palestra della Primaria e dell’Infanzia di Acquasanta Terme “C. Magg. – Bernardo Tucci, donata dalla UBI Banca alla popolazione del territorio, esattamente un anno fa.

 

Vista l’alta partecipazione all’evento, anche di alunni delle scuole provenienti da tutte le regioni colpite dal sisma, ha nuovamente avuto successo l’iniziativa organizzata dalla Fondazione “Gabriele Cardinaletti” in partnership con lo sponsor storico, UBI Banca e tornata nelle Marche, dopo l’edizione del decennale, ospitata nel salone d’Onore del CONI un anno prima.

 

Obiettivo dell’edizione 2017: portare alla luce le storie di quegli sportivi che, nonostante il violento terremoto che ha sconvolto le vite e le abitudini di migliaia di famiglie, siano stati in grado di continuare la loro attività, dando prova di come si possa reagire di fronte alle calamità e alle avversità, con coraggio e determinazione.

 

Come sottotitolo e tema su cui riflettere de “l’Amico Atletico”, il claim di quest’anno è stato “la Ripartenza”, dove questa ha richiamato ad un termine in uso nel calcio, per indicare quando si va al contrattacco e comunque si avvia una reazione.

 

Quattro le storie premiate; due delle Marche (tra cui un riconoscimento speciale), una nel Lazio e una nell’Umbria, mentre non sono pervenute segnalazioni significative dall’Abruzzo. Chi sono stati i premiati? Amy Parternesi, giovanissima pattinatrice, costretta dall’inagibilità del suo pala ghiaccio di Ussita a recarsi tre volte alla settimana a Bologna per allenarsi; Adriana Allegrini e Leonardo Perini che hanno mantenuto aperta la loro palestra di Norcia accanto al lesionato Hotel Europa; il Liceo Sportivo Internazionale “24 Agosto” di Amatrice, avviato soltanto con 31 tenaci e determinati iscritti e l’ASD Camerino Calcio (premio speciale di squadra) che ha conquistato la Promozione dalla Prima Categoria, pur con i propri giocatori sfollati dopo il terremoto. All’iniziativa, patrocinata da Regioni, CIP, ICS e dell’USSI hanno collaborato il Laboratorio 0246 e le Fondazioni Aristide Merloni e Pietro Mennea, oltre ai Comitati Regionali CONI di Abruzzo, Lazio, Umbria e Marche.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *